Blog

Essere amiche. A trent’anni

L’amicizia è una cosa bellissima, a qualsiasi età, ma a trent’anni, forse, lo è ancora di più. Le amiche a trent’anni le hai scelte da tempo e, nel tempo, hai anche avuto modo di capire che alcune di loro sono delle grandissime stronze. Che alcune amiche le perdi per strada ma, ora lo sai, di sicuro quelle non erano buone amiche. Le amiche a trent’anni fanno quello che facevano quando avevano vent’anni, solo che ora c’è anche il lavoro, un marito, un figlio che assorbono le energie di tutte queste amiche, tenendole lontane per un po’. Ad incastrare gli impegni di tutte ci vuole una pazienza e una determinazione che a vent’anni ti dava fastidio solo il pensiero e per organizzare un aperitivo di mezz’ora, in media a trent’anni, ci si impiegano dai dieci ai quindici giorni. A volte anche un mese.

A trent’anni con le amiche, la sera, ti vedi “prestino, perché poi devo tornare a casa, ché domani mattina la sveglia suona presto” e quando guardi il barman non pensi più alla storia di passione che potresti avere con lui sotto al bancone, ti auguri solamente che non ti metta alcol scadente nel cocktail: “Altrimenti domani di sicuro mi sveglio con un mal di testa pazzesco”.

Le amiche a trent’anni non si vestono più tutte uguali. La regola del tacco, tutte o nessuna, non vale più. Ognuna si sente libera di uscire vestita come vuole, di affermare se stessa, risplendendo della bellezza di un gruppo di donne che hanno imparato ad amare tutto le une delle altre. Anche quegli orribili sandali con la zeppa sì, anche quelli. Gli uomini, per le amiche a trent’anni, di solito sono quasi tutti sposati, separati, divorziati, ex qualcosa (o di qualcuno) insomma, ma allergici ai legami proprio come quando avevano vent’anni. I problemi, invece, sono sempre gli stessi con l’aggiunta della comparsa delle prime rughe. E dei primi capelli bianchi. Poi c’è la cellulite che va sempre di moda, quella che già c’era a vent’anni e che ci sarà, di certo, pure a quaranta.

C’è che prima non ti struccavi nemmeno, prima di infilarti nel letto alle quattro di notte e ora invece state lì a parlare per ore di routine serale e dei benefici del tonico utilizzato sempre dopo il latte detergente. C’è che prima andavate a ballare tutte le sere e ora, al massimo, tre volte all’anno. C’è che prima ci si vedeva sempre e solo nel locale  più frequentato del momento e ora va bene tutto, purché la musica non sia troppo alta altrimenti non possiamo parlare in pace. C’è che tra amiche, a trent’anni, si può confessare di preferire il divano e la tv, per una sera almeno, trovando pure una discreta comprensione da parte delle altre.

Le amiche a trent’anni lo sanno che quella tua mania di controllo, in realtà, è solo bisogno di essere amate. E lo capiscono. Sanno che sei stata illusa, tradita, ferita ma anche che hai tutte le carte in regola per rialzarti da sola. Mentre loro ti stanno vicino. Ed è solo questa parte della storia che ti ricorderanno quando, per l’ennesima volta, avrai bisogno di rimetterti in piedi. Sanno che ce la stai mettendo tutta per essere felice, per raggiungere i tuoi obiettivi, fare carriera oppure no, un figlio oppure no, una vita coniugale felice oppure no. Sanno che la vita può prendere pieghe inattese e che la capacità di reagire, nel bene e nel male, è la cosa più importante.

Soprattutto le amiche a trent’anni sanno che non è mai o tutto bianco o tutto nero, per questo sanno anche che tu, come loro, hai bisogno adesso più che mai di un’amica che ti asciughi le lacrime e esulti dei tuoi successi. Sanno che avere accanto qualcuno è una scelta e si sentono fortunate ad essere state scelte da voi.

Le amiche a trent’anni sono donne consapevoli di loro stesse, quasi sempre almeno, consapevoli del fatto che, a qualsiasi età, un’amica saprà dirti sempre: “E se andrà male, la supereremo insieme. Anche questa“.

Precedenti Successivi

Potrebbe Interessarti:

16 Commenti

  • Rispondi mamma avvocato 2 agosto 2016 alle 20:40

    ben detto!
    Le amiche a trent’anni…sono poche ma buone e anche se ti vedi quattro volte l’anno, c’è la stessa sintonia di quando stavate insieme 20 h su 24!
    p.s. Pero’, ti prego, la matematica nel codice di controllo per commentare no, per favore!!!!

    • Ceraunavodka
      Rispondi Ceraunavodka 3 agosto 2016 alle 8:52

      Perdonami, anch’io odio la matematica, e mettere codici sui commenti, ma non so più come fermare lo spam 🙁

  • Rispondi Martina Antoci 2 agosto 2016 alle 23:44

    Complimenti! Oltre all’ analisi che condivido appieno, da quarantacinquenne però , ho apprezzato molto la leggerezza mai banale dello stile.

  • Rispondi Let 4 agosto 2016 alle 18:08

    Ahahahh è tutto vero. Ma la serata aperitivo mensile per me è oggiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii 😀

  • Rispondi Sarah 5 agosto 2016 alle 9:31

    Mi piace!!!
    Bello il tuo blog che scopro adesso. Bello questo post!

  • Rispondi Mary 5 agosto 2016 alle 16:34

    Le amiche a 30 anni sanno guardarsi negli occhi e capirsi senza parole … sanno ascoltare i silenzi e sanno brindare anche con l acqua…ma soprattutto sanno che non c é distanza e-o silenzio che non sappia parlare e arrivare dritto al cuore…perchè l una ci sarà sempre per l altra….

  • Rispondi Ilaria 8 settembre 2016 alle 16:43

    Le amiche a 30 anni sono poche e buone! Sono “scelte”, a parte la mia prima amica di sempre e sorella Valeria! Sono Donne che non hanno tempo da perdere in stupidaggini, sono Donne concrete che sanno quello che vogliono, che mettono al primo posto la famiglia ma c’è un posticino anche per te, per disperarsi o essere contente insieme. Mi rivedo un po’ nel tuo post! Ps il nome del tuo blog è proprio per me!!! Ilaria di “the sweet world of iAiA”

    • Ceraunavodka
      Rispondi Ceraunavodka 12 settembre 2016 alle 12:03

      Evviva le amiche a 30 anni (pure a 20 e a 40, però) 🙂

  • Rispondi Nadia 12 settembre 2016 alle 15:15

    Una lacrimuccia….devo sentire assolutamente la mia amica!!! Grazie

  • Rispondi Tommaso 19 novembre 2016 alle 0:36

    Complimenti mi ha emozionato tanto..molto profondo ..condivido ogni parola..Mi ha fatto stare bene dalla prima all’ultima parola .Complimenti!!

  • Lascia un Commento