FattoreMamma Network
1
Blog

Una torta soffice (come rimedio al poco tempo passato con mio figlio)

Ultimamente sono stata poco a casa, non ho passato molto tempo con Pit e infatti quando sono tornata l’ho trovato, come sempre quando sto lontano da lui per un po’, “leggermente” scontroso nei miei confronti.

Ho imparato che in questi casi non c’è niente, nemmeno nessuno di quelli che io chiamo “regali contentino da ritorno”, che funziona meglio del tempo passato insieme. Senza pc, né telefoni. Qualche ora completamente per noi, facendo una cosa bella a sua scelta.

Domani la mamma sta con te” gli ho detto quando ci siamo infilati a letto “sei contento?

Sì, però devi giocare con me”.

Va bene. E a che cosa vorresti giocare?

A fare una torta”.

Una tor… che? Ma sei sicuro? Magari andiamo al parco”.

No, mamma io voglio fare una torta con te. Ma vera, non per finta”.

Ci ho dormito su. Odio cucinare, figuratevi cucinare in coppia con un bambino di 4 anni. In cucina sono talmente pigra che cerco di sporcare il meno possibile (cucinando anche il meno possibile) per non dover pulire poi. Ma come si fa a far cucinare un bambino negandogli un po’ di sano impataccamento dei vestiti e di tutto il resto? E soprattutto come si fa a costringerlo a giocare a qualcosa di magari “più pulito” ma di sicuro meno fantasioso quando il bambino in questione ha espresso un desiderio così chiaro?

2 3 4Non si fa, ci si arma di pazienza, si fa finta di non vedere il pacco di farina che sta per rovesciarsi sul tavolo e lo si lascia libero di esprimersi come vuole. Anche in cucina, anche se, direbbe mia nonna, è roba da femmine. Peccato che io ne sia un esempio concreto del contrario, nonna. 5FullSizeRender-37 8

E così ci siamo messi a cucinare un plumcake alla banana (lui voleva le fragole, il frigo però è stato categorico al riguardo). Mi sono imposta di lasciarlo fare, senza seguire troppo la ricetta e le modalità di esecuzione, ci siamo impiastricciati un po’, lui ha riso molto, con la pancia come quando ride di gusto. Ho chiuso gli occhi sul disordine e mentre mi sono confrontata con un tentativo di torta, a lui ho permesso di preparare la sua a casaccio. 9 10

È bellissimo fare le torte insieme, mamma”. Me ne ricorderò la prossima volta, quando penso a chissà quali soluzioni creative per i suoi pomeriggi di noia: la semplicità di una torta soffice, il fascino delle piccole cose, le uova, lo yogurt, lo zucchero e il forno a 170° e il gusto di sporcarsi insieme senza regole.

Per due ore ogni tanto.

Post in collaborazione con Buona

Buona è un’azienda che realizza e produce integratori alimentari, alimenti a fini medici speciali e dispositivi medici basati su criteri di qualità. Ogni prodotto è formulato in modo specifico per il mantenimento di una particolare funzione fisiologica dell’organismo e si chiamano così perché sono “fatti bene”. I componenti utilizzati sono sempre di qualità e vengono adottate norme di buona fabbricazione con procedure di controllo

Precedenti Successivi

Potrebbe Interessarti:

2 Commenti

  • Rispondi elisabetta 12 giugno 2017 alle 15:00

    Bellissimi! Mi complimento, sei riuscito a farlo felice e hai sorvolato su disordine e quant’altro…Capisco alla perfezione le perplessità iniziali, anch’io detesto cucinare, poi con Edo – anche lui ha 4 anni e poco più – mi prende un colpo al solo pensiero. Invece no, hai fatto bene e prenderò esempio da te. Brava!

    • Ceraunavodka
      Rispondi Ceraunavodka 14 giugno 2017 alle 16:47

      Grazie e davvero è un caso raro che io ci sia riuscita :)

    Lascia un Commento