Blog

Tutto quello che mio figlio mi ha insegnato sull’amore (materno)

Di mio figlio mi lamento spesso, lo so, spessissimo a dire il vero, praticamente lo faccio ogni volta che scrivo qualcosa. 

Però ci sono cose che lui mi ha insegnato e per il quale devo ringraziarlo. Cose che mi ha spiegato con quella grazia e quella naturalezza tipica dei bambini per i quali non esistono cose troppo complicate da fare o da dire. Per loro esiste solo la semplicità.

Questo mi ha insegnato mio figlio. Che complicarsi la vita è un inutile spreco di tempo, perché la vita, così come l’amore, è qualcosa di molto semplice. La felicità è una cosa semplice se solo sapessimo guardare nella direzione giusta. Ci sono cose giuste e cose sbagliate, le cose giuste ci fanno essere felici, quelle sbagliate no, ci rendono tristi, aggressivi, pensierosi, stressati. E le cose giuste sono anche quelle più facili da avere, sono i sorrisi di chi amiamo e che diamo sempre per scontati, avere dei sogni, magari senza riuscire a realizzarli, ma continuando comunque ad averne, un divano comodo formato famiglia, avere la possibilità di scegliere della nostra vita perché, finché si ha possibilità di scegliere, nulla è perduto.

Ho imparato che le cose belle sono così, come le vede lui, senza trucco e senza inganno. Così come i rapporti, quelli che contano non chiedono il conto. Mai.

Mio figlio mi ha insegnato che la luna è un’amica potente, che non ci lascia mai soli e di notte, quando il buio fa paura, sta lì per noi, per fare un po’ di luce e farci trovare un po’ di coraggio. Mi ha insegnato che quando finisce la pazienza, ce n’è sempre un pochina in più da qualche parte. Che l’amore può davvero tutto: che il mio bacio potente cura tutte ferite e il mio abbraccio caccia i mostri da sotto il letto. Mio figlio mi ha insegnato che la tenerezza, spesso, può più della passione e che in un corpicino di 90 centimetri e in due occhi piccoli, ma profondi, c’è tutta la tenerezza che una donna può sopportare. Che, per il proprio cucciolo, qualsiasi mamma sa trasformarsi una leonessa, quando serve.

Da lui ho imparato che la rabbia va gestita, controllata e tenuta a bada davanti a lui. Che nessun bambino merita di vedere due genitori che litigano, urlano e che si fanno la guerra.

Ho imparato che se voglio mangiare qualche schifezze e lui è in casa, allora dovrò farlo di nascosto e che, per quanto potrò fare attenzione a non farmi scoprire, le sue orecchie capteranno sempre, anche a distanza, l’inconfondibile crunch delle patatine in bocca. E quindi ho imparato che gli snack fuori pasto, per gustarseli, bisogna condividerli. Mio figlio mi ha insegnato che il silenzio è d’oro, ma che se lui è in casa e in casa c’è silenzio, allora qualcosa non va. Mio figlio mi ha insegnato che tutto passa: la febbre, le prime preoccupazioni, i batteri e i virus anche quelli più tosti, gli imprevisti, le difficoltà per l’allattamento e quelle per togliere il pannolino. Tutto passa e, ci vuol tempo e pazienza, ma i bimbi crescono e imparano. Da soli.

Tutto passa accetto l’amore che ci fa dimenticare, sempre, perché un attimo prima eravamo incavolate nere con quello piccolo.

Mio figlio mi ha insegnato che si può vivere vedendo solo la parte migliore delle cose, come quelle che lui, inspiegabilmente, vede in me.

Precedenti Successivi

Potrebbe Interessarti:

8 Commenti

  • Rispondi Martina 10 Novembre 2016 alle 13:40

    Bellissimo post… Come spesso ultimamente mi hai fatto emozionare!

    Un abbraccio a te. bravissima pessima mamma! 😉

  • Rispondi Nora 10 Novembre 2016 alle 14:33

    Condivido in tutto e per tutto

  • Rispondi Priscilla 10 Novembre 2016 alle 16:50

    Che post tenerissimo! Io sono mamma di due bimbi. Loro mi hanno insegnato ad essere forte. Tutte le volte che mi succede qualcosa di spiacevole per cui prima versavo lacrime anche di rabbia e frustrazione ora sembra scivolarmi addosso. Sono una mamma, le mamme non piangono per queste stronzate. Di contro,ho imparato che le mamme “fanno le goccie con gli occhi” per gioia o commozione, spesso e volentieri.

  • Rispondi Serena 14 Novembre 2016 alle 9:54

    Condivido tutto. E in questi giorni in cui sono molto nervosa ed agitata e a rimetterci è lui mi sento la peggiore tra le peggiori madri del mondo… E queste tue parole sono quelle che mi ronzavano in testa in questi giorni… Sono loro che sanno sempre insegnarci qualcosa perché noi nn insegnamo nulla a loro, ciò che imparano lo fanno da soli

    • Ceraunavodka
      Rispondi Ceraunavodka 14 Novembre 2016 alle 19:29

      sì, diciamo che vanno guidati però. dai, anche il nervosismo passerà presto, ne sono sicura.

    Lascia un Commento