Design

Mini uffici casalinghi: ecco i nostri preferiti

Del poco spazio in cui ho vissuto in questi anni c’è una cosa che mi è mancata più di altre: un angolo, anche piccolissimo, dove poter lavorare. Quando lavoro da casa la mia scrivania è il letto, il divano o, al massimo, il tavolo della cucina.

Negli ultimi mesi, dopo aver tolto il seggiolone di Pit, in realtà avremmo pure guadagnato quei centimetri necessari per introdurre un piccolo appoggio per pc e agende, ma dato che passeremo qua ancora pochi mesi ci è sembrato uno spreco di soldi e energie.

Detto questo so benissimo su cosa mi concentrerò in questi mesi (no, l’armadio guardaroba non me l’hanno concesso purtroppo): su un angolo tutto mio, dove controllare le email, scrivere in (quasi) pace, e tenere la mia collezione di quaderni, penni, timbrini, insomma paccottagl roba utilissima da scrivania.

Sto selezionando immagini, ritagli di giornali, spunti che mi auguro di utilizzare davvero presto. Ho raccolto una serie di ispirazioni da condividere con voi.

desk 6(foto pufikhomes.com)

desk 2

(foto ciaraodoherty.com)

desk 3il mio vezzo di sicuro sarà la sedia che dovrà essere coloratissima. pensavo di farmi un giro dal rigattiere e di cercare qualcosa di economico da personalizzare (foto nobswall.comdesk1Carina l’idea, soprattutto in mancanza di spazio, di attrezzare la parete con bacheche, lavagne e piccoli contenitori (varrell.com)

desk4

(foto night-onthe-run.tumblr.com)

desk5

(foto thistlewoodfarms.com)

desk 8

e sì, nel mio angolo/studio ci saranno lucine. tante lucine (foto planete-deco.fr)

desk7

(foto stylecaster.com)

desk 7

questo, semplicemente, l’adoro(foto su 8balloons.com).

E voi? Ce l’avete un angolo/studio dei sogni?

Qual è il vostro preferito fra questi?

 

 

 

Precedenti Successivi

Potrebbe Interessarti:

14 Commenti

  • Rispondi Lorenza 6 Febbraio 2015 alle 9:59

    Che beli sono tutti quanti!! Mi piace molto il primo.. e concordo con te che l’idea di attrezzare la parete con bacheche e piccoli contenitori è geniale… in mancanza di spazio è l’ideale! anche perché io sono una disordinata cronica e sul tavolo rischio di appoggiare davvero di tutto!

    • Ceraunavodka
      Rispondi Ceraunavodka 6 Febbraio 2015 alle 12:34

      e la sedia colorata? ne vorrei recuperare una e dipingerla di fucsia, così tanto per rimanere sobri

      • Rispondi Lorenza 6 Febbraio 2015 alle 13:59

        La sedia colorata mi piace, come non potrebbe essere altrimenti? Per quale colore dipenderà dal resto della casa direi. Però il fucsia è un bel colore.
        Sobrietà? Cosa essere sobrietà? Non conosco.. 😉

  • Rispondi vanja 6 Febbraio 2015 alle 12:49

    Ciao Lucrezia, a me piacciono molto le prime 3 soluzioni.
    Sono molto moderne e allo stesso tempo chabby chic, le adoro! Concordo con l’idea della sedia da dipingere con colori accesi, deve essere anche comoda però!
    Comunque se fai un saltino all’Ikea puoi trovare mille soluzioni adatte a spazi piccoli!

    • Ceraunavodka
      Rispondi Ceraunavodka 6 Febbraio 2015 alle 13:11

      sì, sicuramente darò un’occhiata sia all’ikea che alla maison du monde dato che avremo un’intera casa da arredare e poco budget

  • Rispondi Rossana 6 Febbraio 2015 alle 13:22

    Ma allora maison du monde è più carina di Ikea a mio avviso.
    E la sedie fucsia è una super idea.
    Per me il fucsia è come il rossetto rosso… non si dovrebbe mai essere senza!

    • Ceraunavodka
      Rispondi Ceraunavodka 6 Febbraio 2015 alle 22:45

      Sì, dai, un tocco qua e là secondo me sta sempre bene

  • Rispondi Silvana - Una mamma green 6 Febbraio 2015 alle 15:21

    Sono bellissime tutte (specie l’ultima!), anche se forse dipende da cosa devi farci. Per un uso quotidiano ma moderato vanno benissimo, ma per un vero ufficio da casa, secondo me, serve roba un po’ più di sostanza. Sedia magari colorata ma prima di tutto ergonomica, cassettiere chiuse in cui nascondere il caos, il posto per la stampante, scaffali capienti a portata di mano etc. Te lo dice una che lavora da casa dal 2010, in certi anni anche per 12 ore al giorno. Ho un piccolo antro ricavato da un disimpegno, buio ma tutto sommato efficace. Comunque mi hai dato uno spunto fantastico: negli spazi di lavoro minuscoli, dove ogni cm è votato alla funzionalità e ogni “orpello” immolato sull’altare dell’utilità, può soprqvvivere un po di design? Grazie :*

    • Ceraunavodka
      Rispondi Ceraunavodka 6 Febbraio 2015 alle 22:45

      Ma certo che può sopravvivere. Devi parlare col Coinquilino che in pratica sta progettando solo cose adatte agli spazi piccoli. Comunque a me serve un angolo per lavoricchiare quando sono a casa. Per il resto c’è la redazione e comunque i nostri attuali 50 mq diventeranno l’ufficio del Coinquilino e, nel caso restassi senza redazione, anche il mio

  • Rispondi Betty 6 Febbraio 2015 alle 22:00

    Ciao, a me piace un sacco l ultima.. Un tavolo vecchio da poter riadattare e creare tu.. Nelle fessure puoi mettere pezzi di carta da parati vintage e fare la base delle gambe colorata rosa shoking

    • Ceraunavodka
      Rispondi Ceraunavodka 6 Febbraio 2015 alle 22:46

      sì, la carta da parati spero di utilizzarla. Pensavo di rivestire l’interno di quelle mensole cubiche che vorrei attaccare di fronte alla scrivania. Che ne dici?

  • Rispondi Mummyinprogress 8 Febbraio 2015 alle 12:23

    Al momento il mio spazio e’ grande quanto un iPhone, ma la soluzione in cui mi rivedo e’ quella delle bacheche… Noi abbiamo fatto di peggio: 30 mq, eppure ero riuscita a ricavarmi un angolino e nel tentativo di tenere il piano libero, avevo appeso tutto al muro. Comodissime bacheche e barre per gli utensili Ikea, portapenne e contenitori tutti in sospensione! Adesso però sono curiosa di vedere il tuo spazio finale 😉

    • Ceraunavodka
      Rispondi Ceraunavodka 9 Febbraio 2015 alle 10:04

      Ti dirò, sto riflettendo ma penso che ricaverò uno spazio nel salone. A casa nuova comunque la faccenda sarà molto più semplice, con lo spazio sono bravi tutti 😉

    Lascia un Commento