Blog

Cose che non farò prima di Natale

Ho fatto l’albero e pure la ghirlanda. Una di quelle serie, eh: ho seccato anche le arance tagliate a fettine nel forno, ho colorato le pigne e le ho attaccate con la colla a caldo. Pit si è divertito un sacco. Io, invece, sto rischiando un crollo di nervi.

Tra il trasloco (di cui non vedo la fine) e il cambio lavoro ho avuto pure (solo per un fugace attimo) la presunzione di trasformarmi in una perfetta mamma di Natale. Poi sono rinsavita. E ho capito che ci sono cose che, anche se mi piacerebbe, non farò prima di Natale.

– Non preparerò i biscotti di zenzero con Pietro da lasciare sotto l’albero per le renne di Babbo Natale. Però ho portato Pit ad imbucare la letterina dopo averla pure affrancata. Mi sono dimenticata di scriverci il mittente, ma per Babbo Natale questo non dovrebbe essere un problema. E per i biscotti ho risolto comprandone una latta piena da Ikea.

– Non terminerò il calendario dell’avvento che è fermo all’8 dicembre. Fin dall’inizio Pit non ne è rimasto colpito e io che speravo, di giorno in giorno, di farmi venire qualche buona idea per l’indomani, mi sono arresa.

– Non riuscirò a finire le decorazioni che avevo in mente di fare per il camino, con tanto di ghirlanda che scendeva giù e bastoncini di cannella appesi. Avevo anche messo da parte un filo di lucine, ma niente, non ce la farò.

– Non regalerò handmade. O forse sì, ma in questo secondo caso, molto meno di quanto avrei voluto.

– Mi ridurrò a comprare i regali il 24. Di pomeriggio, ché la mattina me la passo finalmente a dormire e ad ascoltare Michael Bublé in versione natalizia.

– Non cucinerò per tutti i miei amici per inaugurare casa con una cena di Natale degna di questo nome: io metto la casa, loro la cena.

– Non troverò sotto l’albero i superpoteri. Nemmeno questa volta. Ma almeno saprò di aver superato uno dei periodi più tosti di sempre.

Precedenti Successivi

Potrebbe Interessarti:

12 Commenti

  • Rispondi serena 14 Dicembre 2015 alle 13:59

    Se ti può consolare… mi mancano 2 settimane esatte al termine della gravidanza e, mentre intorno a me fervono i preparativi e fioccano gli inviti, io me ne frego. Nn andrò da nessuna parte, riciclerò i regali ke ho ricevuto lo scorso anno, eviterò come la peste di comprare panettoni e pandori. La mia intenzione iniziale era di riuscire a tenere la casa organizzata, pulita e in ordine x quando dovrò correre in ospedale… Stamattina mi sono svegliata x la prima volta con mani e caviglie gonfie, mal di reni e gambe pesanti. Presuppongo ke le mie buone intenzioni nn valgano più nulla. Pazienza

    • Ceraunavodka
      Rispondi Ceraunavodka 15 Dicembre 2015 alle 10:03

      Beh, sì, avrai tempo per trasformarti in una perfetta mamma di Natale 🙂

    • Rispondi Giovanna 15 Dicembre 2015 alle 10:50

      Anche io situazione simile….con genitori, fratello e cognata che arriveranno a casa mia! E il lavoro che non c’è mai, ma in questi giorni è apparso sotto l’albero (che va benissimo…quando arriveranno i soldi!).
      Avevo chiesto a Babbo Natale una pausa (che poi se devi partorire i primi di gennaio tanto pausa non è) per dicembre…e mi ha risposto “In bocca al lupo!”.

      • Ceraunavodka
        Rispondi Ceraunavodka 15 Dicembre 2015 alle 12:32

        Dciiii. In bocca al lupo e speriamo nasca il primo come me 🙂

  • Rispondi serena 14 Dicembre 2015 alle 14:02

    Il succo è: goditi tuo figlio, la casa nuova e il nuovo lavoro e fregatene tanto tra un anno sarà (purtroppo) di nuovo natale 🙂

    • Ceraunavodka
      Rispondi Ceraunavodka 15 Dicembre 2015 alle 10:03

      Comunque io sono nata il primo gennaio, magari…

  • Rispondi alessandra 15 Dicembre 2015 alle 8:01

    io e l’handmade viaggiamo su due binari opposti ma ogni anno a Natale penso che potrei fare un meraviglioso centrotavola…che ovviamente non faccio mai!!!coraggio, io ci sono passata l’anno scorso, sempre a dicembre, trasloco a 150 km, casa da arredare da zero, nuovo lavoro, nuova vita…nonostante fosse tutto molto meglio rispetto a prima mi ci sono voluti un po’ di mesi per abituarmi al cambiamento, ma una volta preso il ritmo credimi non tornerei mai più indietro!Ad Maiora 😉

  • Rispondi Chiara 15 Dicembre 2015 alle 10:12

    Forza e coraggio! 🙂
    Ma secondo te esistono davvero mamme che lavorano e fanno anche tutte le cose che scrivono sui blog?!?

    • Ceraunavodka
      Rispondi Ceraunavodka 15 Dicembre 2015 alle 12:31

      Mah, forse sì. D’altra parte io sono ancora convinta che Babbo Natale esista.

  • Rispondi delia 15 Dicembre 2015 alle 10:28

    Mi sembra più che sufficiente quello che hai già fatto, alla fine per una mamma il Natale deve anche poter essere “addobbo e ghirlando se e come cacchio mi pare!!”

    Io ho fatto l’albero e per me…basta così!

  • Lascia un Commento