FattoreMamma Network
IMG_1055 copy
Blog

Come donna prima che come madre

Ho pensato spesso di essere una mamma pessima, imperfetta, ma ho capito che mi sbagliavo.La verità è che sono una donna imperfetta, che i miei difetti di madre non sono altro che i miei difetti di donna in versione maternità. Che se sono insicura e mi sento spesso inadeguata come madre è perché sono una donna insicura che spesso si sente inadeguata.

Che ero incompleta prima di diventare madre e no, la maternità non ha miracolosamente colmato tutto quello che c’era da colmare. E nemmeno mi ha dato le risposte che andavo (o non andavo) cercando.

L’ho scritto spesso che per me essere madre non è altro che una parte del mio percorso, una fetta di vita magari più importante delle altre, un intreccio di emozioni, un rapporto speciale con un altro essere umano ma che di certo non è la mia piena realizzazione.

Per questo mi chiedo perché se alcune mancanze come donna mi, ci, vengono perdonate, su quelle di madre, invece, sono tutti pronte, noi in primis sia chiaro, a puntare il dito?

Me lo domando perché mi sto convincendo sempre di più che essere madre non è più o meno difficile dall’essere una compagna fedele, sempre al fianco di chi abbiamo scelto, al riparo da nostalgie e malinconie. Una donna ferma nei propri principi, coerente, disciplinata. Almeno non lo è per me.

La verità è che una madre è semplicemente una donna, con un pezzo in più o in meno a seconda dei punti di vista e che, in quanto tale, non sarà una madre più paziente, abnegata, razionale, entusiasta di come lo era, lo è, come donna.

Perché, mi chiedo ancora, da una donna che ha vissuto sempre in un certo modo, con delle necessità, delle priorità, delle regole proprie, ci si aspetta che tutto venga messo in discussione dal momento che mette al mondo dei figli?

Spetta a lei, solo a lei, coniugare il benessere della prole con la sua serenità. Perché l’unica cosa che conta, in verità, non è restare o meno quella prima, ma riuscire a coniugare il passato col presente.

Trovare un equilibrio che ci ricordi che non dobbiamo a tutti i costi essere diverse da come eravamo se cambiare, essere diverse, non è quello che vogliamo. E convincerci che una mamma non è nient’altro che una donna mentre no, il contrario non è vero. Non sempre. No se questo ruolo non ci completa del tutto.

Perché no, l’essenza di una donna non si esaurisce nell’essere madre.

Precedenti Successivi

Potrebbe Interessarti:

2 Commenti

  • Rispondi Nia 6 giugno 2017 alle 14:28

    Sai che non ci avevo mai pensato.. ma hai maledettamente ragione

  • Lascia un Commento